• Apnea notturna: cause, tipologie e rimedi. Sapevi che in alcuni casi le apnee notturne vengono trattate dal dentista? Ecco in quali casi possiamo esserti d’aiuto.

    Apnee notturne: cosa sono

    La Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) è un disturbo del sonno che si verifica con ripetuti episodi di ostruzione delle vie aeree, completa o parziale.

    I sintomi che possono essere registrati durante il sonno sono:

    - Forte russamento;

    - Pause respiratorie;

    - Sonno agitato;

    - Senso di bocca secca;

    - Eccessiva sudorazione.

    Inoltre, chi è soggetto ad OSAS, tenderà durante il giorno a percepire sintomi di eccessiva stanchezza, irritabilità e cefalee temporanee.

    Tipologie di apnea notturna: quali sono le cause

    Vengono individuate due tipologie di apnee notturne legate a cause diverse.

    1. Apnea centrale del sonno: è legata ad una complicazione nella comunicazione dal cervello ai muscoli responsabili della respirazione. La causa è quindi da ricercare nel sistema nervoso centrale e può riguardare la presenza di ictus, infezioni o forme di danneggiamento del tessuto cerebrale per cui si richiede un intervento medico specifico.

    2. Apnea ostruttiva del sonno: si verifica quando avviene un’ostruzione fisica delle vie aeree che provoca l’interruzione del respiro. La causa è da ricercarsi nella presenza di: mandibola piccola, ingrossamento dei tessuti molli dell’ipofaringe del palato molle e dell’ugola o tonsille ingrossate.

    Apnea notturna: come può essere d’aiuto il dentista?

    Il dentista può intervenire in questa seconda tipologia attraverso la prescrizione di un apparecchio ortodontico notturno che permette di mantenere la mandibola nella posizione corretta, così da favorire il passaggio dell’aria e ridurre il russamento e quindi la frequenza di apnee.

    Si chiamano “avanzatori mandibolari” e sono una metodica riconosciuta e dimostrata nella loro efficacia da recenti ricerche mediche e strumentali.

     

    Quali sono le conseguenze dell’apnea notturna?

    Se trascurata, l’apnea notturna può generare disturbi da non sottovalutare. Gli studi dimostrano nei pazienti soggetti ad apnee notturne:

    - Maggior incidenza di malattie cardiovascolari causate dalla frequente carenza di ossigeno durante il sonno;

    - Resistenza all’insulina;

    - Alterazioni dell’umore, sonnolenza diurna e calo della libido.

     

    Se pensi di soffrire di apnee notturne, non sottovalutare il problema e contattaci per prenotare una prima visita di consulto.


    Torna alle news